Sottoscrivi: Articoli | Commenti

IL POSTO DI LAVORO? Lo vinco facendo la spesa!!

0 commenti
IL POSTO DI LAVORO? Lo vinco facendo la spesa!!

Unionepicc1 Unionepicc3 Unionepicc2

Questa è davvero bella, anzi originalissima direi!!

Nessuno avrebbe mai potuto immaginare che la lotta alla disoccupazione potesse essere vinta attraverso un concorso a premi.

Ed Invece in Sardegna, regione con un tasso di disoccupazione da brividi, un pool di aziende ha organizzato un concorso mettendo in palio, tra i propri clienti, 48 posti lavoro: 4 al mese per 12 mesi!!

Leggendo con attenzione il regolamento del concorso notiamo che le cose sono fatte veramente alla grande. Ogni 1° del mese vengono sostituite le teche dove i clienti inseriscono le cartoline di partecipazione; tutte le teche vengono svuotate in una teca più grande e, entro il 15 del mese successivo a quello di vigenza, vengono estratte, alla presenza di un notaio, 4 cartoline che danno diritto alla firma di un contratto di lavoro bello e buono.

Ovviamente ogni mese si ricomincia da capo per cui tutte le cartoline imbucate in un mese non parteciperanno alle successive estrazioni mensili

Si tratta di un contratto di inserimento della durata di un anno e destinato a giovani tra i 18 e 29 anni o a disoccupati tra 29 e 32 anni

La vincita è, ovviamente cedibile, per cui il padrre occupato può cederlo al figlio disoccupato, il manager rampante può donarlo ad un indigente, il presidente della Regione lo può donare anche ad un consigliere disoccupato, purchè i destinatari finali abbiano le caratteristiche richieste dal regolamento!!

Qui non voglio promozionare questo concorso che altrimenti mi dovrebbero pagare, ma voglio rendere merito a chi ha avuto questa brillantissima idea.

In effetti i conti sono presto fatti e sono di due tipi: ciascun premio annuale ha una valore di € 20.100,00 Iva compresa.Con un contratto di inserimento il lavoratore può essere “sotto inquadrato” cioè inquadrato 1 o 2 livelli inferiori rispetto ad un lavoratore già qualificato a parità di mansioni; il contratto può avere una durata da 9 a 36 mesi e il datore di lavoro gode di sgravi economici e contributivi!!

Quindi direbbero gli inglesi: WHY NOT??

La cosa maggiormente interessante è che questa iniziativa è stata organizzata da un pool di aziende che in questo modo danno una doppia risposta: a se stessi cercando di occupare del personale che è di ausilio all’azienda, ai futuri lavoratori consente invece di trovare una occupazione , ancorchè a tempo, risolvendo in alcuni casi anche problemi non di poco conto.

Iniziativa da plaudire, da incoraggiare e da duplicare!!

Anzi….organizzatevi: il prossimo concorso, perchè no, potrebbe essere finalizzato all’inserimento degli extracomunitari!!

Lascia un commento